Empoli-matrimonio

Maria dei Medici Regina di Francia

Sommario

I Medici di Firenze sono definiti dalla storia come una “dinastia europea”. Nel periodo che li vide al potere riuscirono ad intessere una ragnatela straordinaria di alleanze importanti al di fuori del territorio toscano, tanto da giungere a sistemare sul trono di Francia ben due regine. La prima fu Caterina, passata alla storia come “l’italien”, scaltra ed avveduta. La seconda fu Maria dei Medici Regina di Francia, in cui abbiamo voluto, nelle righe e nel podcast qua sotto, immedesimarci per qualche istante, consapevoli che la storiografia non le è stata magnanima. 


Nascita ed educazione di Maria

Il 26 aprile del 1575 nasce a Firenze Maria dei Medici, figlia di Francesco I Granduca di Toscana e di sua moglie Giovanna d’Austria. Maria resta orfana di madre ad appena tre anni e a dodici anni le viene a mancare anche il padre, morto quasi contemporaneamente alla sua seconda moglie, Bianca Cappello. 

Maria crescerà quindi alla corte medicea dello zio Ferdinando, che era succeduto al padre, ricevendo comunque un’educazione principesca e imparando quell’amore per la bellezza e per le arti distintiva di tutto il casato mediceo. 

Lo zio Ferdinando cercherà per lei un matrimonio eccellente, vagliando più possibilità.

nella foto si vede Maria dei Medici regina di francia quando era bambina
Ritratto Maria dei Medici bambina

Maria dei Medici Regina di Francia

Non si può certo dire che Maria sia stata una donna fortunata, passata alla storia come la seconda regina Medici sul trono di Francia, viene ricordata per non essere stata brillante e scaltra come la precedente sovrana Caterina. Le due regine di Francia di stirpe medicea sono però accomunate da uno stesso destino amoroso, entrambe vanno in sposa ad un sovrano che porta il nome di Enrico ed entrambe dovranno convivere con l’infedeltà del consorte, pur amandolo.

Maria in verità godette di una certa attenzione da parte del marito, che l’apprezzò molto più di quello che il luogo comune ricorda. Enrico IV ebbe però molti figli illegittimi da altrettante amanti e favorite. Cosa che Maria non accettò mai fino in fondo, animata da un temperamento orgoglioso e da un sincero amore per il marito.

Maria si sposò per procura a Firenze il 25 aprile del 1600 – come un dipinto famoso alla Galleria degli Uffizi ci ricorda – partendo per la Francia il 5 ottobre dello stesso anno. Aveva 25 anni e il marito il doppio di lei. Enrico IV era reduce da un primo matrimonio senza figli con Margherita di Valois figlia della stessa Caterina dei Medici. Il re era riluttante a sposare una donna di casa Medici poiché aveva sperimentato da vicino “le doti” di sua suocera Caterina, donna scaltra e invadente, ma il cospicuo debito che aveva con i fiorentini lo indusse ad accettare. La dote di Maria corrispondeva infatti alla metà di quello che era il suo enorme debito con la famiglia fiorentina: ben 600.000 scudi.

Il banchetto di nozze che si tenne a Firenze fu memorabile, una vera manifestazione di potere e di ricchezza. 

Sarà la stessa Maria a raccontartelo nel nostro podcast che trovi continuano a leggere. 

Maria viene incoronata Regina

Fu incoronata regina nella chiesa di St-Denis ben dieci anni dopo il matrimonio, il 12 maggio del 1610. Solo due giorni dopo moriva assassinato il marito Enrico IV per mano di un fanatico cattolico, Francois Ravaillac. Per Maria fu un colpo durissimo e si aprì per lei un compito gravoso al quale non era preparata.

nella foto si vede Maria incoronata regina di francia dipinto da Peter Poul Rubens
Pieter Paul Rubens, Incoronazione di Maria dei Medici,1625, Louvre di Parigi

Fu nominata reggente per il figlio Luigi XIII che all’epoca aveva solo 9 anni. Al contrario di Caterina, Maria non si dimostrò all’altezza della situazione e si circondò di cattivi consiglieri.

I suoi sette anni di reggenza saranno costellati da scelte invise alla nobiltà sempre più agguerrita contro la sovrana. La coppia Concino Concini e Leonora Dori Galigai, due fiorentini vicinissimi a Maria tanto da influenzarne l’operato, furono all’origine del malcontento. Luigi XIII, ormai sedicenne, decise di affrancarsi dall’ingombrante tutela della madre e da quella dei suoi onnipresenti e perniciosi consiglieri. E la storia non finì bene…

nella foto sono ritratti enrico IV e luigi XIII rispettivamente marito e figlio di maria dei medici regina di francia
Ritratti di Enrico IV e Luigi XIII padre e figlio, Re di Francia

Il tramonto di una regina: Maria esiliata dalla Francia

Il Concini finì pugnalato per aver reagito all’arresto voluto dallo stesso re Luigi. Ad Eleonora non toccò una sorte migliore: fu poco dopo processata come strega e bruciata viva. La stessa Maria fu messa agli arresti nel castello di Blois. Contemporaneamente a questi tumultuosi avvenimenti vi fu l’ascesa del giovane cardinale Richelieu. Inizialmente alleato della regina, le voltò poi le spalle, divenendo parte attiva del suo definitivo tramonto e del suo esilio dalla Francia. Maria si rifugerà in Olanda, dove chiese il sostegno dei regnanti europei, ma neppure gli altri figli si mossero in suo aiuto. Nessuno voleva inimicarsi il nuovo re di Francia. Maria riparerà infine a Colonia dove si trovava Peter Paul Rubens, il grande pittore olandese, da lei favorito negli anni del suo regno. Sarà lui a darle ospitalità fino alla morte, avvenuta nel 1642, in un modesto alloggio. Maria concluse così la sua vita lontano dagli affetti familiari e senza un adeguato sostentamento.

Diamo voce alla Regina Maria con il suo podcast!

Affascinate dalla storia di Maria dei Medici Regina di Francia, abbiamo voluto renderle omaggio immedesimandoci nel suo personaggio. Nel podcast che segue sarà lei a raccontarci qualcosa di sé…

Maria Regina di Francia si racconta introdotta dal compositore di corte Jacopo Peri

Le vicende di casa Medici ti affascinano e vuoi saperne di più? Noi abbiamo il tour tutto dedicato a loroqui il tour I Medici – e saremo ben liete di accompagnarti alla scoperta dei luoghi e delle storie avvincenti di una dinastia che ancora affascina così tanto da ispirare letteratura e cinema!

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici appassionati di Firenze, dei suoi personaggi e della sua storia oppure lascia qui il tuo commento e noi ti risponderemo subito!

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbero anche interessare:

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.