nell'immagine si vede un intarsio ligneo di renato olivastri che riproduce la facciata della chiesa di santo spirito a firenze

Dove trovare il vero artigianato fiorentino – seconda puntata: l’Oltrarno

Sommario

Continuiamo il nostro racconto sull’eccellenza dell’artigianato fiorentino con una seconda puntata dedicata agli artigiani che hanno bottega nell’Oltrarno, sull’altra sponda del fiume Arno rispetto all’antico centro storico. Non pensare però che questa zona non sia antica, anzi! Chi visita l’Oltrarno rimane affascinato da un’atmosfera più autentica e genuina, meno affollato e dal ritmo più lento: è qui che si trova la maggior parte dei negozi e delle botteghe artigiane che veramente vale la pena visitare, soprattutto se si è appassionati del genere.


Orientarsi e saper scegliere

La prima cosa che ti invitiamo a fare è leggere il nostro articolo introduttivo all’artigianato fiorentino, lo leggi qui, dove comincia il nostro racconto. Sappiamo che non è immediato orientarsi fra le molte vetrine e bancarelle che la città offre. Per acquistare un prodotto autentico bisogna fare molta attenzione.
I nostri articoli ti aiuteranno a capire dove trovare il vero artigianato fiorentino evitando di finire nelle trappole acchiappa-turisti!

Le botteghe che ti suggeriamo le abbiamo visitate personalmente, conosciamo gli artigiani e ne stimiamo il lavoro, soprattutto siamo le prime che vorrebbero comprare tutto! Sono le botteghe che suggeriamo ai nostri clienti in visita in città e sono una garanzia per chi vuole portare a casa un pezzo veramente originale.

Continua nella lettura per conoscere le nostre botteghe artigiane preferite nell’Oltrarno: gioielli, pelle, lavorazione del legno e stampe artistiche: la scelta è davvero ampia!

Dove trovare il vero artigianato fiorentino nell’Oltrarno

Se hai appena attraversato il fiume Arno camminando su uno dei suoi famosi ponti, ti trovi Diladdarno o nell’Oltrarno, zona ricca di fascino e dal sapore più verace. È fra queste strade che si nascondono numerose botteghe artigiane con gli operosi maestri al lavoro ed è qui che comincia la nostra esplorazione.

Per prepararti alla visita ti consigliamo anche due siti: l’Associazione Signum Fiorenza che ha creato dei bellissimi video sulle attività artigiane fiorentine, e il sito del progetto Autentica Firenze di Confartigianato. Entrambi sono nati per la promozione di questo settore che è parte integrante della storia della città.

L’Ippogrifo – Stampe d’Arte

Siamo in via Santo Spirito, al n. 5 rosso. Il nome evocativo L’Ippogrifo ed una seducente vetrina ci attraggono verso l’ingresso. Il benvenuto è tutto in famiglia. Gianni Raffaelli, assieme alla moglie Francesca e al figlio Duccio, realizza stampe con la tecnica dell’acquaforte da più di 40 anni. Se ti stai chiedendo cosa sia una stampa ad acquaforte proveremo a dirtelo in poche righe, così da poterne afferrare tutto il valore.

Una lastra di rame viene incisa a mano con il soggetto dell’opera, la lastra inchiostrata passa sotto un torchio che imprime il disegno su pregiate carte, che poi vengono dipinte a mano. Ogni lastra darà vita ad una tiratura limitata di stampe, numerate e firmate dall’autore.

nell'immagine si vede l'interno della bottega de l'ippogrifo stampe d'arte a firenze in via santo spirito
L’Ippogrifo Stampe d’Arte, veduta interna del negozio-bottega

In bottega Gianni e Duccio vi mostreranno volentieri i loro strumenti ed anche esempi di lastre incise. In esposizione troverai una vasta scelta di stampe di tutte le dimensioni e per chi si è innamorato di Firenze le vedute sono tantissime, di ogni misura e prezzo. Non mancano poi altri soggetti come paesaggi, animali, nature morte, botanica, ecc… Noi siamo rimaste molto colpite anche dalle bellissime stampe su stoffa per realizzare cuscini e shopper. L’allestimento del negozio-bottega è inoltre raffinatissimo e non mancherà di affascinare gli amanti del buon-gusto. Per farti un’idea consulta il loro sito con lo shop on-line, ma sappi che dal vivo è tutta un’altra storia!

L’arte della lavorazione del legno: Castorina e Renato Olivastri

Camminiamo sempre su via Santo Spirito fino al 15 rosso, poco distante da L’Ippogrifo, si trova il negozio-bottega degli artigiani del legno Castorina, attiva a Firenze dal 1895. Quando si varca la soglia di Castorina sembra di entrare in un mondo fantastico. Centinaia di oggetti di ogni forma e dimensione appesi ovunque ti danno il benvenuto. Sono tutti in legno naturale lavorato, intarsiato, dipinto, dorato e hanno le forme più diverse. Troverai specchi grandi, piccoli, convessi, scudi e cartigli, ghirlande, colonne e mensole, candelieri, uova, sfere, basi e supporti e poi tavoli, sedie, cornici e altro ancora!

nell'immagine si vede uno specchio convesso della bottega del legno di Castorina in via santo spirito a firenze
Specchio convesso di Castorina con la veduta di alcuni oggetti e la nostra Paola

In fondo al negozio ci sono gli artigiani al lavoro, puoi trovarli intenti ad un intaglio o a una doratura. Qualsiasi cosa stiano facendo potrai incantarti ad ammirarne la grande abilità e maestria. Anche Castorina ha un sito da sbirciare dotato di una sezione di shop online, ma non ci stanchiamo di ripetere che il fascino di una visita di persona non ha veramente eguali.

Sempre artigiano del legno, ma in una piccola bottega dove lavora al restauro e alle sue realizzazioni originali, troviamo Olivastri Renato. Specializzato nell’antica e complessa tecnica dell’intarsio, con cui realizza degli oggetti unici da utilizzare come decori e complementi d’arredo. Renato insegna anche la tecnica dell’intarsio e del restauro e non si sottrae alla richiesta di piccole dimostrazioni di questa antica arte.

L’impressione che si ha entrando nel suo laboratorio è di un uomo sempre all’opera, dove arnesi, legni di ogni tipo, colle naturali, oggetti antichi e moderni, si fondono perfettamente nel contesto del quartiere di Santo Spirito.
La sua bottega è in via dei Velluti 21 rosso e anche Olivastri ha il suo sito con relativo shop online.

nell'immagine si vede renato olivastri a lavoro nella sua bottega di restauro e intarsio del legno in via dei velluti a firenze
Renato Olivastri mentre mostra alla nostra Angela uno dei passaggi usati nell’intarsio del legno

La lavorazione dei metalli: Giuliano Ricchi

Restando nello stesso quartiere troviamo la ditta Carlo Cecchi di Giuliano Ricchi. Questa bottega è una vera e propria perla nascosta perché non ha una vetrina su strada né un’insegna visibile da fuori: per scovarla bisogna citofonare al n. 12 di Piazza Santo Spirito.

Dopo aver attraversato il cortile ci si trova in un meraviglioso laboratorio dove viene ancora realizzata la fusione a cera persa di piccoli oggetti in bronzo. Qui si lavorano vari tipi di metalli, ottone soprattutto, che attraverso speciali presse viene trasformato in lamine lavorate nei più svariati disegni. Gli oggetti vengono poi dorati e smaltati per aggiungere colore e preziosità. Scatoline, cornici, soprammobili, decorazioni e bigiotteria talmente belli ed originali da essere apprezzati e venduti anche all’estero.

nell'immagine si vede la fotografa valentina braschi che riprende una fase di lavoro degli oggetti metallici nella ditta cecchi di giuliano ricchi in piazza santo spirito a firenze
Valentina Braschi in bottega da Giuliano Ricchi nelle riprese per SignumFiorenza

Per Giuliano questo è il lavoro di una vita, iniziato da ragazzino negli anni ‘60 con l’apprendistato presso il maestro Carlo e proseguito oggi con l’aiuto di Gianni e della moglie Maria. L’arte di Giuliano Ricchi è stata nel tempo scelta anche dalle grandi firme della moda come Christian Dior e Nina Ricci e ancora oggi la ditta produce delle meravigliose scatoline porta pot-pourri per l’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella. La visita a questa bottega è un vero viaggio nel tempo e la disponibilità del suo proprietario è parte dell’sperienza positiva che facciamo ogni volta che torniamo con i nostri clienti!

Per contattarli potete utilizzare la loro Pagina Facebook

I gioielli materici e scultorei di Ginevra Gemmi

Nella nostra escursione nell’Oltrarno non potevano mancare i gioielli e la nostra scelta qui ricade su una giovane donna che di quest’arte ha veramente fatto la sua vita, che si fonde con le sue creazioni in modo fluido e continuativo. Ginevra Gemmi è anche una bravissima fotografa e con un occhio allenatissimo ricerca le superfici organiche attorno a sé per trasformarle in gioielli. Lei stessa definisce i suoi gioielli materici e scultorei: analizzando le trame della natura Ginevra le ripropone attraverso i metalli preziosi, senza escludere anche il bronzo e l’ottone. Usa anche le pietre e ama in particolare quelle grezze che conferiscono alle sue creazioni un aspetto di materia viva. Ogni suo gioiello è una creazione completamente nuova, infatti Ginevra non utilizza alcun mezzo che potrebbe rendere la sua creatura riproducibile serialmente: ogni volta è come una prima volta.

nell'immagine si vede l'orafa ginevra gemmi al lavoro e alcune delle sue creazioni nella bottega di via della chiesa a firenze
Ginevra Gemmi al banco di lavoro ed alcune delle sue creazioni

Il suo piccolo negozio è specchio di una fortissima personalità, allestito con complementi di arredo frutto di un sapiente riciclo, i richiami alla natura sono molteplici e i suoi gioielli vi trovano spazio in perfetta armonia. Il banco da lavoro dove potete vedere l’orafa in azione è nello stesso negozio, siamo in via della Chiesa, 29/A rosso. Puoi contattare Ginevra Gemmi dalle sua pagine Facebook e Instagram con il nome ginevra.gemmi.gioielli

La pelle di Frau Leman

A pochi metri di distanza da Ginevra Gemmi, sulla stessa strada, troviamo un’altra giovane donna artigiana: il suo settore è quello della pelletteria. Stephanie Leman è arrivata a Firenze dalla Germania con lo scopo di perfezionare la tecnica della lavorazione della pelle. Alla fine, è rimasta conquistata dalla città dove ha scelto di restare, aprendo il suo piccolo laboratorio nell’Oltrarno. Lavora principalmente su commissione, attenta alla qualità e alla sostenibilità, la puoi trovare intenta al suo lavoro in una piccola bottega, dove sono esposti alcuni modelli che non mancheranno di stupirti per la cura dei dettagli, i colori, la qualità e l’abbinamento dei pellami. Anche lei ha un suo sito da cui contattarla e dove poter acquistare.

nell'immagine si vede stephanie nell suo laboratorio in via della chiesa ed alcune delle sue creazioni in pelle
Stephanie di Frau Leman nel suo laboratorio ed alcune delle sue creazioni

In conclusione: perché acquistare il vero artigianato fiorentino in Oltrarno è una esperienza da fare nel tuo viaggio a Firenze?

Acquistare il vero artigianato fiorentino in Oltrarno è un’esperienza da fare perché ti consente di assaporare una parte di quella sapienza del saper fare con le mani che ha reso unica Firenze nei secoli e che ancora attrae tanti visitatori. Vedere un artigiano all’opera e godere della bellezza di un manufatto autentico, tanto da poterselo portare a casa, è qualcosa che prima o poi chi ama l’arte dovrebbe concedersi.

Un oggetto artigianale, che sia un gioiello, una pochette, una stampa, una cornice, ecc… è fatto per durare nel tempo e contribuisce a mantenere viva la tradizione dell’artigianato artistico fiorentino, che ha pochi eguali al mondo e costituisce parte integrante del fascino di questo territorio. Noi siamo talmente convinte che la cultura artistica del passato si rispecchi nella sapienza artigiana del presente, che uniamo volentieri al nostro tour Alla Scoperta di Firenze un giro alle botteghe artigiane. Se vuoi scoprire una modalità diversa di visita alla città non ti resta che contattarci!

Condividi questo articolo

Ti potrebbero anche interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.