nella immagine si vedono la fontana del biancone e palazzo vecchio luoghi immancabili nel visitare firenze con i bambini

Visitare Firenze con i bambini

Sommario

Se ti stai domandando se sia possibile visitare Firenze con i bambini, la nostra risposta è certamente sì,  ma con le opportune attenzioni! La nostra esperienza in anni di lavoro come guide con le famiglie e con i nostri stessi figli, ci ha insegnato che una proposta fatta ai più piccoli, se ben calibrata alle loro “dimensioni”, certamente sarà un successo. Basta seguire i nostri consigli!


Città d’arte con i bambini sì o no? Sciogliamo il dilemma!

Diciamo la verità, andare a visitare le città d’arte con i bambini ti piace, ma ti spaventa anche un pochino. Effettivamente le domande che spesso ci sentiamo fare da chi condivide con te la stessa preoccupazione, sono: “Resisterà mio figlio dentro un museo?” “Riuscirà a stare in giro per più di tre ore senza annoiarsi?” “Quali sono i luoghi giusti da visitare con i più piccoli?”

Prima di tutto devi stare attento a programmare bene la tua visita. Ad esempio, un errore può essere di voler vedere troppe cose in una sola giornata. Prevedere soste adeguate e luoghi adatti all’età dei figli può davvero trasformare la visita Firenze con i bambini in un bel momento di svago da ripetere prima possibile, anziché un incubo da dimenticare!

Allora quali sono i giusti tempi di visita? Quali sono i luoghi adatti ai bambini che potresti inserire nel tuo programma senza deludere anche le tue aspettative? Come deve essere organizzata una vacanza che permetta di visitare Firenze con i bambini senza impazzire?

In questo articolo proveremo a rispondere a queste domande dandoti degli spunti che potrebbero fare la differenza e permetterti di godere al meglio la città con i tuoi bambini.

Prima di partire prepara i tuoi figli! Crea delle aspettative, stimola l’immaginazione, racconta delle storie sulle cose meravigliose che scopriranno seguendoti in questa avventura fiorentina.

Primo consiglio per visitare Firenze con i bambini: Prepariamoci prima della partenza!

Decidi insieme ai tuoi figli cosa sarebbe bello vedere: creerai così il terreno più utile su cui costruire il vostro viaggio. Questo nostro consiglio è la premessa fondamentale affinché la tua permanenza in città riesca al meglio.

Per questo ti suggeriamo di guardare con i bambini dei video su Firenze. Noi, proprio per questo, ne abbiamo realizzato qualcuno corredato anche di attività manuali da fare insieme ai genitori. Qui trovi il link al nostro canale Youtube Se i tuoi figli sono grandicelli ti consigliamo di vedere anche questo video sulla Cupola del Brunelleschi.

Una guida cartacea serve?

Può essere utile anche l’acquisto di una guida cartacea da leggere insieme e da portare con sé durante il viaggio. Una molto apprezzata dai più piccoli è La Pimpa va a Firenze, edizioni Panini, di cui esiste anche la versione digitale. Dai sei anni suggeriamo A spasso per Firenze di edizioni Lapis e per i più grandicelli I bambini alla scoperta di Firenze sempre di edizioni Lapis.

Inoltre, per grandi e piccoli è sempre valida la Guida illustrata pop-up alle meraviglie della città che vedi anche qui sotto in foto, con una bella sintesi dei monumenti più importanti e un breve testo di accompagnamento. Questi strumenti vi aiuteranno a decidere cosa vi piacerebbe vedere. Puoi anche leggere il nostro articolo Top List: cosa devi assolutamente vedere a Firenze

Guida Pop-up di Firenze

Secondo consiglio per visitare Firenze con i bambini: Organizza bene la giornata

Per la buona riuscita della tua visita a Firenze con i bambini sarà importante non sovraccaricare la giornata, intervallando l’ingresso a musei e ai monumenti ad un bel momento di svago.

In generale ti consigliamo di non andare oltre le due ore di permanenza nello stesso luogo, ma di non cedere nemmeno all’eccesso opposto cercando di vedere più cose possibile. Sia nell’uno che nell’altro caso finiresti per dover trascinare i tuoi figli.

I bambini reagiscono bene alla visita se permetti loro di avere il proprio tempo e il loro modo per assorbire quello che stanno vedendo. Ci sono bambini che amano fermarsi a fare foto o disegnare, quelli che vorrebbero salire sulla cima di tutte le torri, quelli che vogliono conoscere le storie dei personaggi che sono vissuti tanto tempo fa e quelli che vogliono capire come hanno fatto i nostri antenati a costruire il Campanile o la Cupola. Dovete dunque assecondare i gusti dei vostri figli.

Allora cosa puoi fare? Terzo consiglio: prendetevi del tempo per passeggiare per la città

Girare per la città va sempre bene a tutte le età, Firenze non è così grande e potrai passeggiare agevolmente passando davanti a tutti i monumenti più importanti. Le due piazze principali del centro storico, che lasciano sbalorditi grandi e piccoli, sono la Piazza del Duomo e Piazza della Signoria.

In queste piazze non è facile trovare un posto dove sedersi. Piazza Duomo ha delle panchine, ma non sono numerose e sono sempre affollate. In Piazza Signoria non ci sono panchine ma la bella Loggia dei Lanzi potrà ospitarvi a sedere. Attenzione: qui non potrete consumere cibo.

La città di Firenze è attraversata dal fiume Arno, da cui è divisa in due parti: “di qua d’Arno” e “di là d’Arno” come si dice a Firenze! Finora ti abbiamo parlato del “di qua”, ma vale la pena attraversare il fiume e passare “di là” per dirigersi verso l’Oltrarno dove potrai ammirare Piazza Pitti con l’omonimo Palazzo e Piazza Santo Spirito con la sua grande Basilica. Anche questa piazza, circondata da numerosi locali e adeguati spazi, si presta ad essere un ottimo punto di ristoro oltre che meta di visita.

Quarto consiglio: andare per giardini

Passeggiare per giardini potrebbe essere un altro ottimo spunto per te che hai bambini al seguito. In città il giardino più famoso è senz’altro Boboli. Questo giardino monumentale fa parte del complesso di Palazzo Pitti, dunque attenzione perché per accedervi si deve acquistare un biglietto! La bellezza del giardino stupirà i genitori e lascerà libertà di movimento ai bambini!

Per orientarti nell’eventuale acquisto dei biglietti leggi anche il nostro articolo Biglietti per i musei di Firenze: dove comprarli, come e quando.

Un giardino che puoi visitare gratuitamente è il Giardino delle Rose. Salendo al Piazzale Michelangelo, punto panoramico per eccellenza, potrai scendere in pochi minuti a piedi al Giardino delle Rose, posto magico nel momento della fioritura! Ci sentiamo di sconsigliare questo luogo con i passeggini, e anche a Boboli la visita con il passeggino potrebbe rivelarsi non facilissima. Se hai bisogno di ulteriori informazioni non esitare a scriverci nei commenti qua sotto. Ma torniamo al Giardino delle Rose: qui si può riposare, fare merenda e godere di bellissimi scorci panoramici sulla città in compagnia delle sculture dell’artista Folon, che piacciono tanto ai bambini e sono sparse un po’ in tutto il giardino.

una bambina si siede a riposare al giardino delle rose  uno dei luoghi perfetti per visitare firenze con i bambini
Una pausa rilassante al Giardino delle Rose

Quinto consiglio: bambini per musei e chiese. Perché no?

Andare per musei o entrare in bellissime chiese fa parte del viaggio a Firenze, ma farlo con i bambini è forse quello che può intimorire maggiormente.

Magari avrai scelto insieme a tuo figlio qualcosa di bello che proprio vorreste vedere conservato nella tal chiesa o in tal museo. Il consiglio che ti diamo è comunque di concentrare le energie su poche cose, senza la pretesa di stare ore dentro i luoghi d’arte e lasciando che i bambini si lascino guidare anche dal loro istinto. Potrebbero rimanere rapiti dai colori di un dipinto che tu neppure avresti notato. Anche se il tempo di permanenza all’interno di un museo dipenderà ovviamente da come sono tuoi figli, in ogni caso non arrivare impreparato. Se non hai a disposizione una guida, diventalo tu e racconta qualcosa di speciale ai tuoi figli, vedrai come penderanno dalle tue labbra.

Nel caso che tu o il tuo partner non abbiate la vocazione della guida, ecco che i nostri tour per bambini possono fare al caso tuo! Puoi contattarci e sapremo consigliare la visita che più si adatta a voi!

Per capire se le nostre visite fanno al caso tuo continua a leggere…

La nostra idea di visita guidata per bambini a Firenze

Le nostre visite guidate rivolte a famiglie con bambini nascono da tanti anni di esperienza lavorativa e si concentrano non soltanto su percorsi e linguaggi adeguati all’età, ma sull’importanza di passare attraverso una esperienza coinvolgente.

Per questo per ogni percorso abbiamo realizzato un kit di lavoro fatto di piccoli oggetti e giochi utili ad avvicinare il bambino alle opere d’arte. Firenze con i suoi monumenti e i suoi musei ricchi di capolavori si offre come contesto perfetto per sviluppare la voglia di esplorare e conoscere l’arte.

Così ogni percorso si pone un obiettivo: cosa vogliamo che imparino i nostri piccoli visitatori? Quando parliamo di “città” pensiamo sia importante capirne l’orientamento, le forme, i colori e i materiali. Quando parliamo del “museo” allora esploreremo il contenuto partendo dalla concretezza dei materiali, indagando la differenza fra una pittura e una scultura, capendo chi è un artista e cosa fa e che cosa ci raccontano le opere d’arte con i loro protagonisti. Il nostro metodo interattivo ci aiuta a fare emergere lo spirito di osservazione innato nei bambini, trasformando così la nostra visita guidata in un’esperienza di gioco e apprendimento.

nella foto si vede uno dei nostri bambini intento a completare l'attività della visita al giardino di Boboli luogo da scegliere per visitare firenze con i bambini
Attività dalla nostra visita A come acqua, B come Boboli

Se questo articolo ti è stato utile e ti è piaciuto condividilo con chi ha la tua stessa passione di viaggiare con i bambini!

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbero anche interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.